CONERO

 

Conero

 

Un terroir unico come il promontorio che lo ospita: i vigneti e quindi i vini risentono positivamente della brezza marina che arriva dal mare adiacente. Così come la costa che da piatta e sabbiosa improvvisamente sale, si fa rocciosa e diventa monte: 600 metri di roccia bianca che si gettano a picco sul mare, il Monte Conero.
Da una parte il mare Adriatico, dall'altra la macchia mediterranea: è nel mezzo che tra roccia calcarea, sabbie arenarie e argilla nascono i vigneti, principalmente Montepulciano, che danno vita ad uno dei vini italiani più importanti d'Italia, il Rosso Conero.
Scrittori latini come Plinio il Giovane e Columella già narravano della bontà dei vini rossi del Conero, dove la vite da oramai più di 2500 anni ha trovato perfetta dimora.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti che si utilizzino i cookie.