CASTELLI DI JESI

 

Castelli di Jesi

 

Sono la culla ed allo stesso tempo il segreto della consacrazione del Verdicchio come uno dei più grandi vini bianchi mondiali. Il predominio linguistico del vitigno per molto tempo ha messo in ombra l'eterogeneità e la ricchezza dei terreni di queste colline, a sinistra e destra dell'Esino, in cui risiede la forza della luminosa varietà del Verdicchio. Oggi invece nomi di luoghi come Cupramontana, Maiolati Spontini, Montecarotto, San Michele, San Paolo iniziano ad essere riconosciuti dalla critica e dai consumatori per la loro vocazione, le loro virtuose differenze e qualità. E' il Verdicchio che "sente" e "chiama" il territorio, grazie ad una vera e propria nuovelle vague di vignaioli attenti alla preservazione della natura e della biodiversità nel vigneto e determinati a far emergere la territorialità delle vigne e delle zone più vocate.
Ma i Castelli di Jesi non sono solo sinonimo di vino bianco: è qui nel Nord delle Marche che il Montepulciano trova la sua ultima casa e, spesso insieme allo "storico" Sangiovese, regala interpretazioni uniche e avvincenti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti che si utilizzino i cookie.